EDAM Soluzioni interviene con attrezzature e mezzi propri nei casi attività di demolizione di varia natura in ambito civile e industriale, sia a seguito sinistri (incendi, allagamenti, danni catastrofali, esplosioni, etc.) sia per dismissioni e riqualificazioni di aree.

decommisioning, demolizioni controllate, demolizioni industrialidemolizione impianti industriali

EDAM Soluzioni dedica una particolare attenzione a tutte quelle attività di demolizione che prevedono interventi preventivi di analisi strutturale, per il recupero degli edifici parzialmente collassati, coniugando così la necessità di consentire un accesso veloce ed in sicurezza alle strutture anche con l’esecuzione di opere di consolidamento.

Spesso la demolizione si abbina ad attività di rimozione amianto  conseguente al crollo della copertura.

Il primo passo per un piano di smantellamento o decommissioning è l’indagine dell’edificio o dell’impianto per identificare e quantificare i componenti da dismettere per poter così redigere un piano delle procedure.

Bisogna quindi raccogliere e analizzare dati sulla composizione della struttura e sullo stato di eventuale degenerazione e di contaminazione dei materiali (nero fumo, amianto, sostanze chimiche, etc.) elencandoli uno ad uno e determinandone la compatibilità ambientale.
La procedura di demolizione dovrà quindi tenere conto di:

  • urgenza di intervento: ovvero se la demolizione deve essere fatta tempestivamente per il pericolo imminente di crolli o per la necessità di riprendere l’attività produttiva o se può essere effettuata in tempi più lunghi perché non coinvolge l’incolumità di persone o dell’attività aziendale;
  • dimensioni e caratteristiche strutturali che richiedano l’applicazione di accorgimenti o tecniche specifiche;
  • ubicazione della struttura: vincoli territoriali e localizzazione degli impianti di decommissioning relativi;
  • presenza di eventuali materiali pericolosi (come ad esempio l’amianto) che necessitano di trattamenti e autorizzazioni particolari
  • tecniche di demolizione e/o smontaggio delle strutture principali e gestione dello smaltimento dei rifiuti da esse derivanti;
  • elenco dei materiali e delle loro destinazioni, suddivise in classi (riusabili, riciclabili e da smaltire in toto);
  • gestione del deposito in cantiere delle diverse classi di materiali

Si effettuano demolizioni parziali quando è necessario intervenire su singoli elementi o su porzioni di strutture ed edifici.

Solitamente vengono eseguite durante attività di messa in sicurezza di strutture pericolanti (assi, travi, pareti, scale, etc.) a seguito di eventi accidentali o catastrofali (incendi, allagamenti, terremoti, etc.) per consentire l’accesso in sicurezza all’interno degli edifici o per evitare danni  a terzi, come ad esempio il tetto che rischia di crollare su costruzioni limitrofe.
Le demolizioni parziali richiedono una maggior accuratezza e velocità di esecuzione in quanto, spesso avvengono in luoghi chiusi, parzialmente utilizzati o che devono essere agibili in tempi brevi.

Sono interventi che nel limite del possibile, dovrebbero risultare poco invasivi, con una contenuta produzione di polveri, vibrazioni e rumori.

Lo strip out viene effettuato prima di demolire o riqualificare un edificio e comprende le attività di rimozione di tutti gli elementi contenuti all’interno di strutture civili ed industriali, che non fanno parte della costruzione vera e propria, ma che sono state aggiunte successivamente (finiture, arredamenti e impianti).

Le operazioni di rimozione prevedono sia interventi manuali sia l’utilizzo di appositi macchinari al fine di svuotare completamente la struttura.

I materiali recuperati vengono successivamente smaltiti in appositi impianti o riciclati, permettendo un sostanziale risparmio di costi e tempi delle lavorazioni successive, che siano esse di demolizione o di ristrutturazione.

Il decommissioning o la demolizione di impianti industriali prevede le operazioni di

Si considera concluso quando il sito è portato alla condizione di “green field”.

Le demolizioni industriali controllate garantiscono il recupero della maggior quantità di materiali, poiché consentono la separazione degli stessi in frazioni omogenee, facilitando la razionalizzazione dei rifiuti, riducendo quelli da smaltire in discarica.

La qualità della demolizione selettiva aumenta quando le attività di smantellamento o decommissioning vengono pianificate correttamente e nella giusta sequenza.

Per questo motivo la fase di progettazione, nel decomissioning, è fondamentale al fine di organizzare le fasi di lavoro attraverso precise specifiche su tecnologie, ordine di esecuzione e modalità di smantellamento.

 

RITIRO E VALORIZZAZIONE DEI MATERIALI DI RECUPERO
EDAM Soluzioni nell’ambito delle attività di demolizione si occupa anche del ritiro dei metalli di recupero, ferrosi e non ferrosi, abbattendo i costi di demolizione.

SPECIALI TECNOLOGIE
Nella demolizione selettiva e parziale, quando è richiesta rapidità, riduzione di vibrazioni e polveri, assenza di inneschi  esplosivi, sono di particolare utilità le attrezzature idrodinamiche ad alta pressione che EDAM Soluzioni utilizza da anni per attività di:

–        IDROTAGLIO di calcestruzzi e metalli

–        IDRODEMOLIZIONE e IDROSCARIFICA

 

SPECIALIZZAZIONI
EDAM Soluzioni negli anni si è specializzata in interventi di demolizione e dismantling di impianti industriali che hanno specificità complesse, quali la presenza di sostanze pericolose e infiammabili e che necessitano pertanto di opportune abilitazioni e certificazioni:

–        Demolizioni di impianti nucleari

–        Demolizioni di impianti chimici e farmaceutici

–        Demolizioni di caldaie industriali

Contattaci ora per una consulenza gratuita