EDAM fornisce un servizio di noleggio deumidificatori con installazione a domicilio, comprensivo di monitoraggi periodici con strumentazione per la rilevazione di umidità ambientale e dei materiali.

Grazie all’esperienza dei tecnici specializzati e all’utilizzo dei più moderni strumenti di controllo microclimatico EDAM è in grado di garantire interventi mirati con tempi e costi contenuti.
 L’ampio parco attrezzature è costituito da macchine deumidificatrici a condensazione e ad assorbimento con diverse portate e consumi, che possono adattarsi alle varie problematiche incontrate (civile, industriale, edilizia, alimentare, etc..). Vengono, inoltre, utilizzati generatori di calore e ventilatori per il ricircolo e riscaldamento dell’aria, e modernissime macchine deumidificatici combinate a basso consumo energetico e ad alto rendimento che permettono interventi ottimali in ambito residenziale. I deumidificatori di tipo professionale utilizzati da EDAM, permettono di assorbire l’umidità ambientale in eccesso da 50 litri/giorno a 1.000 litri/giorno, per singola unità installata con un consumo da 0,6 w massimo di 2 w ora per le unità a libera istallazione.

COME FUNZIONA LA DEUMIDIFICAZIONE

L’umidità può essere rimossa dall’aria abbassando la temperatura al di sotto del punto di rugiada (temperatura in cui l’acqua si condensa). In questo caso parleremo di deumidificazione a condensazione. È possibile osservare questo fenomeno, quando togliamo una bottiglia di una bevanda raffreddata dal frigorifero, essa, velocemente viene ricoperta da gocce d’acqua. Questo avviene perché la temperatura dell’aria intorno alla bottiglia scende al di sotto del punto di rugiada.

Questo metodo viene applicato nei deumidificatori muniti del sistema refrigerante.
L’aria viene fatta circolare in un impianto di refrigerazione, ove condensa. L’aria priva di residui acquei viene reimmessa nell’ambiente leggermente riscaldata, l’acqua condensata viene raccolta in una vaschetta. Il limite di questo processo è che richiede un continuo svuotamento delle taniche di raccolta dell’acqua.

La deumidificazione ad assorbimento chimico, avviene grazie all’utilizzo di sostanze igroscopiche, che catturano l’acqua al loro interno e che quando arrivano a saturazione vengono rigenerate direttamente nel deumidificatore. Le sostanze, solitamente cristalli o perline assorbenti (soluzioni di cloruro di calcio e cloruro di magnesio, di cloruro di litio, silice, cloruro di potassio, alluminio, cloruro di calcio, sali di cloruro di litio e il bromuro), vengono riscaldate in modo che l’acqua evapori, l’aria ‘umida’ viene poi espulsa, ad esempio tramite un tubo collegato direttamente  nell’ambiente esterno.

A seconda del metodo di funzionamento, vengono applicati due tipi di deumidificazione:

Deumidificazione a circuito chiuso
non esiste lo scambio dell’aria deumidificata con l’aria esterna

Deumidificazione a circuito aperto
vi è lo scambio parziale o complessivo dell’aria deumidificata con l’aria esterna

Contattaci ora per una consulenza gratuita